L'Angolo della formazione

Centro di formazione G.O. Bufalini di Città di Castello
Nato per rispondere alla domanda di figure specializzate da parte delle aziende locali, il Centro di formazione G.O. Bufalini di Città di Castello ha mantenuto un forte raccordo con le dinamiche sociali che interessano il territorio, anche se oggi la globalizzazione dilata i confini di questa missione verso il terziario. Durante L’arte è mobile il corso per acconciatori sarà protagonista della spettacolare sfilata “Musica tra i capelli” e il corso per meccanici dell’assemblaggio in diretta del motore di un auto. Una prova generale di futuro su cui la scuola sta costruendo il proprio presente.

 
Polo tecnico “Franchetti-Salviani”
Una seduta era quanto mancava a Tetragon, il tavolo costruito da quattro componenti ad incastro nell’ambito del corso di Costruzioni del polo tecnico “Franchetti-Salviani” di Città di Castello e presentato durante la terza edizione de L’arte è mobile. Nel 2012 il progetto, coordinato dal professor Giovanni Cangi, giunge a conclusione con la realizzazione del prototipo di uno sgabello, che riproduce le stesse caratteristiche di stabilità ed equilibrio del tavolo grazie ad uno studio approfondito sulla funzionalità delle parti di cui è composto. Tetragon e il suo sgabello sono il frutto di un’esperienza didattica che ha permesso di simulare in maniera innovativa la gestione di un cantiere attraverso ogni sua fase, dalla progettazione all’artefatto. 
 
Istituto di istruzione superiore “Cavallotti-Patrizi-Baldelli”
L’intuizione che il turismo sarebbe stato uno dei settori emergenti sta tutta in capo all’istituto di istruzione superiore “Cavallotti-Patrizi-Baldelli” che precorrendo i tempi ha strutturato un indirizzo dedicato alla ristorazione e all’accoglienza, ormai consolidato da un’esperienza ultradecennale, maturata a contatto con le maggiori manifestazioni cittadine. Ai giovani della scuola anche questa edizione de L’arte è mobile si affida nel supporto e la gestione degli aspetti collegati al ricevimento, agli itinerari enogastronomici e degustativi.